•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Concretamentezen

Noi siamo la prima generazione di persone che ragiona con la propria testa, non abbiamo più bisogno di sacerdoti, guru, politici o altre figure che ci dicano cosa fare, finalmente siamo indipendenti.

In questa delicata fase storica però, siamo come adolescenti, che provano a diventare adulti. Siamo cioè in quella fase psicologica che viene definita “spinta a fare”, cioè vogliamo fare, realizzare, risolvere ogni sorta di problema, ma lo facciamo piuttosto a caso, creando più criticità che soluzioni.
Inoltre per risvolto della medaglia, non avendo più imposizioni, certezze, credenze, regole non abbiamo neanche più un “faro” verso cui navigare.

Siamo come quell’uccellino che un giorno trovando improvvisamente la porticina della sua gabbia aperta, non sa cosa fare. Vorrebbe spiccare il volo, vorrebbe essere finalmente libero, ma ha paura! è titubante ad allontanarsi dalla sicurezza della gabbia, dove c’è cibo ed acqua.

Questa è la condizione dell’essere umano di oggi, è smarrito, soffre, è frustrato, è depresso e non ha la consapevolezza delle motivazioni più profonde di questa situazione. Pensa di avere finalmente un “potere illimitato” nelle sue mani, pensa di  poter fare e risolvere qualsiasi cosa, ma non riesce a trovare il vero “scopo” dell’agire ed ha una profonda paura esistenziale.

La soluzione “immatura” che ha trovato contro questa paura è lo stordimento: potere, possesso di beni, sesso deviato, tecnologia futile, narcisismo, ingordigia, una continua ricerca di attimi di falsa felicità fino ad arrivare a medicinali, alcool, droghe ed ogni sorta di dipendenza. Quello che veramente gli manca dunque per spiccare il volo é la “giusta direzione”.

Basta stordirsi!

Oggi più che mai bisogna invece essere lucidissimi, presenti, consapevoli. Bisogna avere a disposizione tutte le nostre capacità. La grande sfida della nostra generazione, ma ancor più per le future generazioni è quella di trovare questa giusta direzione. E’ necessario, ancora una volta, “un grande balzo per l’umanità”, verso la Saggezza.

L’essere umano è l’unico essere vivente sulla terra che ha le capacità cognitive per raggiungere questo stato mentale. Questo deve essere il prossimo obiettivo da raggiungere, non azioni improvvisate e casuali.

 

Cosa possiamo fare?

Consapevolezza del momento presente – fare un reale punto della situazione, ora, in questo momento! senza restare bloccati nella nostalgia di un passato che non c’è più o nella paura di un complesso e nebuloso futuro.

Valori – ritrovare la direzione da intraprendere, il “faro” verso cui dirigere. Individuare i giusti Valori individuali e quindi quelli collettivi, questa è l’unica possibilità per incamminarsi verso la Gioia. Per potere fare questo, chiediamoci:

  • Come possiamo finalmente imparare a gestire davvero i nostri pensieri, le nostre emozioni e le nostre sensazioni?
  • Cosa è importante per me?
  • Cosa è importante per noi esseri umani?
  • Come si vuole davvero vivere?
  • Cosa fornisce grande significato alla nostra esistenza?
  • Per cosa vogliamo impegnarci?
  • Per cosa vogliamo essere ricordati?
  • Per cosa vogliamo che i nostri figli siano orgogliosi di noi?
  • Cosa è necessario fare per realizzare tutto ciò?

Azione impegnata – smettere di vivere a caso e cominciare a “fare la cosa giusta partendo dai Valori“, per dirigersi verso una direzione ben precisa, quello dell’Essere.

Grazie Gassho

 


Libri da leggere:

  • “Il più grande miracolo del mondo” di Og Mandino
  • “Il più grande venditore del mondo” di Og Mandino
  • “Il potere di adesso. Una guida all’illuminazione spirituale” di Eckhart Tolle

Massimiliano Farucci

Questo articolo è stato scritto da Massimiliano Farucci. Di sé stesso dice, di essere semplicemente un "cercatore". Da anni, infatti, si dedica alla ricerca di vari percorsi di crescita personale ed interiore. Ha cominciato studiando da autodidatta le tecniche di "cambiamento personale" e la "psicologia". Quindi si è interessato alle filosofie orientali, tra cui il Buddismo. Ha intrapreso un percorso di pratica nella tradizione Zen. Non ha abbandonato tuttavia la sua passione per la psicologia e la crescita personale, lavorando oggi per scovare degli "interessanti punti comuni" tra la Scienza occidentale e la Saggezza orientale.
Massimiliano Farucci

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •