•  
  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  

365giornizen

Come sempre la natura, simbolo di perfezione, ha tanto da insegnarci. L’aragosta è formata da un corpo molle, all’interno di un robusto carapace. Come fa allora a crescere?

Man mano che il corpo molle cresce, inizia a far pressione dall’interno sul carapace. L’aragosta capisce che il momento della muta si avvicina e si ripara tra le rocce, per difendersi dai predatori. A questo punto il vecchio carapace si spacca e viene abbandonato. Il nuovo guscio ricresce più grande, per poter contenere il suo corpo.

Che grande lezione per l’essere umano!

Lo stress è come la pressione del corpo molle dell’aragosta. E’ un segnale! ed è necessario ascoltarlo.

E’ un segnale che dobbiamo crescere, ognuno a modo suo. Dobbiamo spaccare la nostra “corazza” fatta di abitudini, di falsi preconcetti, di schemi mentali acquisiti, di giudizi ingiustificati, per andare oltre, per aprirci a nuove conoscenze e nuove realtà.

Lo stress ci dice che è necessario effettuare un “salto” per poter crescere ed indirizzarsi verso Verità più profonde. Lo stress ci dice che siamo arrivati ad un punto dove la nostra vecchia vita non è più funzionale ai nostri scopi e va abbandonata, per poi ricominciare a “guardare” le cose con occhi nuovi.

Ecco cosa può insegnarci l’aragosta rispetto ai segnali che ci invia lo stress.

Fermiamoci un attimo a riflettere…e pratichiamo la Mindfulness per cominciare ad essere consapevoli di noi stessi.

Grazie Gassho.


Fatti ispirare da: #365GiorniZEN

Unisciti al nostro gruppo su Facebook, siamo già in tanti! clicca QUI

 

Massimiliano Farucci

Questo articolo è stato scritto da Massimiliano Farucci. Di sé stesso dice, di essere semplicemente un "cercatore". Da anni, infatti, si dedica alla ricerca di vari percorsi di crescita personale ed interiore. Ha cominciato studiando da autodidatta le tecniche di "cambiamento personale" e la "psicologia". Quindi si è interessato alle filosofie orientali, tra cui il Buddismo. Ha intrapreso un percorso di pratica nella tradizione Zen. Non ha abbandonato tuttavia la sua passione per la psicologia e la crescita personale, lavorando oggi per scovare degli "interessanti punti comuni" tra la Scienza occidentale e la Saggezza orientale.
Massimiliano Farucci

  •  
  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •