• 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

365giornizen

Come sempre la natura, simbolo di perfezione, ha tanto da insegnarci. L’aragosta è formata da un corpo molle, all’interno di un robusto carapace. Come fa allora a crescere?

Man mano che il corpo molle cresce, inizia a far pressione dall’interno sul carapace. L’aragosta capisce che il momento della muta si avvicina e si ripara tra le rocce, per difendersi dai predatori. A questo punto il vecchio carapace si spacca e viene abbandonato. Il nuovo guscio ricresce più grande, per poter contenere il suo corpo.

Che grande lezione per l’essere umano!

Lo stress è come la pressione del corpo molle dell’aragosta. E’ un segnale! ed è necessario ascoltarlo.

E’ un segnale che dobbiamo crescere, ognuno a modo suo. Dobbiamo spaccare la nostra “corazza” fatta di abitudini, di falsi preconcetti, di schemi mentali acquisiti, di giudizi ingiustificati, per andare oltre, per aprirci a nuove conoscenze e nuove realtà.

Lo stress ci dice che è necessario effettuare un “salto” per poter crescere ed indirizzarsi verso Verità più profonde. Lo stress ci dice che siamo arrivati ad un punto dove la nostra vecchia vita non è più funzionale ai nostri scopi e va abbandonata, per poi ricominciare a “guardare” le cose con occhi nuovi.

Ecco cosa può insegnarci l’aragosta rispetto ai segnali che ci invia lo stress.

Fermiamoci un attimo a riflettere…e pratichiamo la Mindfulness per cominciare ad essere consapevoli di noi stessi.

Grazie Gassho.


Fatti ispirare da: #365GiorniZEN

Unisciti al nostro gruppo su Facebook, siamo già in tanti! clicca QUI

 

Massimiliano Farucci

  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •