•  
  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  

Quando sei bambino pensi che la tua vita sia un inferno, perché sei totalmente dipendente dagli adulti e vorresti subito crescere. Quando sei adolescente pensi che la tua vita sia un inferno, perché gli adulti non ti capiscono e vorresti subito crescere. Quando sei adulto pensi che la tua vita sia un inferno, perché non riesci a gestire i figli, il lavoro, gli impegni, sei stressato e vorresti tornare bambino. Quando sei vecchio pensi che la tua vita sia un inferno, perché il corpo non ha più vigore e vorresti tornare ad essere giovane…ma insomma la vita è sempre un inferno? ed il paradiso quando viene?

Davvero vogliamo credere, come ci dicono le religioni, che troveremo pace solo con l’Eterno riposo?
ahahah! rido di gusto!

Mi domando: non sarà mica perché in testa ci hanno inculcato l’idea, sin da piccoli, che in tutte le fasi della nostra vita c’è sempre un qualche obiettivo da raggiungere, in un futuro indefinito.

Ma intanto finché non raggiungiamo questi obiettivi, la nostra vita presente com’è?

Il futuro sarà sicuramente migliore, tutto si sistemerà, tutto sarà più bello, finalmente una volta raggiunti i nostri obiettivi, ci potremo godere i risultati ottenuti“.

Davvero?

Ma questa è la realtà o è solo una fallace illusione?

Non è che aspettando il domani o pianificando sempre nuovi obiettivi ci stiamo perdendo il presente? Ci stiamo perdendo la nostra vita?

Non sarà forse che il “culto dell’obiettivo”, ci sta facendo perdere il gusto del “processo”?

Siamo sempre più “insensibili” e “distratti” rispetto al momento presente, ed a quello che rappresenta l’Esistenza nel vero senso della parola, cioè il “qui ed ora”.

Non un domani indefinito e confuso, ma l’adesso.

Comprendere come gestire i nostri pensieri e le nostre emozioni è fondamentale per poter riconquistare il presente. Affinare il “processo“, cioè godersi il percorso, che ci conduce all’ ottenimento dell’obiettivo è una priorità.

Questo però significa che è importante trovare subito i nostri “valori”, per avere la direzione verso dove navigare e poi bisogna subito agire. Se vuoi saperne di più ne abbiamo parlato anche QUI.

Quali sono i nostri valori? Cosa è davvero importante per noi? cosa ha e dona “significato” alla nostra esistenza?

Chiediamocelo! ora! senza più perdere tempo in vane ambizioni ed in soddisfazioni per l’ego.

L’abilità, l’accettazione, la mindfulness, l’autenticità, la consapevolezza, la genitorialità, la curiosità, il divertimento, la flessibilità, la forma fisica, la gratitudine, la gentilezza, la libertà, la pazienza, la perseveranza, la sicurezza, l’uguaglianza, la spiritualità, la gentilezza, l’umiltà, l’umorismo, cosa conta per noi?

Scegliamo dieci valori sui quali vogliamo che si fondi la nostra esistenza, mettiamoli per iscritto e partiamo da lì per goderci il nostro viaggio. La meta è nei valori stessi, che forniscono significato ad ogni istante della nostra esistenza.

Affinare il “processo“, cioè rendere perfetto il “viaggio della vita”, anziché continuare a pensare all’ obiettivo da raggiungere è l’unico modo per vivere una vita piena e gioiosa…adesso, subito, non in un futuro illusorio.

Grazie

Gassho

 

Leggi altri articoli sulla Strategia Personale.

Vuoi superare la Pigrizia? leggi QUI e fatti ispirare.


Un libro da leggere:

  • “Il cambiamento” di Wayne W. Dyer  (Autore), P. Martinelli (Traduttore)

 

Massimiliano Farucci

Questo articolo è stato scritto da Massimiliano Farucci. Di sé stesso dice, di essere semplicemente un "cercatore". Da anni, infatti, si dedica alla ricerca di vari percorsi di crescita personale ed interiore. Ha cominciato studiando da autodidatta le tecniche di "cambiamento personale" e la "psicologia". Quindi si è interessato alle filosofie orientali, tra cui il Buddismo. Ha intrapreso un percorso di pratica nella tradizione Zen. Non ha abbandonato tuttavia la sua passione per la psicologia e la crescita personale, lavorando oggi per scovare degli "interessanti punti comuni" tra la Scienza occidentale e la Saggezza orientale.
Massimiliano Farucci

  •  
  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •