• 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

365giornizen

“Non distinguere la meditazione come mezzo (dhyana), dall’illuminazione come fine (prajna): in realtà, esse sono inseparabili e la disciplina dello Zen consiste nel cercare di realizzare questa integrità e unità di prajna e dhyana in tutte le nostre azioni.”
(Bruce Lee, Pensieri che colpiscono)

Solo attraverso la meditazione e la pratica costante, possiamo raggiungiungere il massimo livello di consapevolezza e saggezza.

Gassho

Massimiliano Farucci

Questo articolo è stato scritto da Massimiliano Farucci. Di sé stesso dice, di essere semplicemente un "cercatore". Da anni, infatti, si dedica alla ricerca di vari percorsi di crescita personale ed interiore. Ha cominciato studiando da autodidatta le tecniche di "cambiamento personale" e la "psicologia". Quindi si è interessato alle filosofie orientali, tra cui il Buddismo. Ha intrapreso un percorso di pratica nella tradizione Zen. Non ha abbandonato tuttavia la sua passione per la psicologia e la crescita personale, lavorando oggi per scovare degli "interessanti punti comuni" tra la Scienza occidentale e la Saggezza orientale.
Massimiliano Farucci

  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •