• 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

365giornizen

Come può l’inquieto, spossato da fame, sete e mortificazioni e la cui mente non si regge per lo sforzo, raggiungere quel risultato che la mente deve raggiungere?
(Asvaghosa)

 

Raggiungere l’illuminazione, non richiede mortificazione del corpo, ascesi o altre pratiche “distruttive”, ma neanche un atteggiamento troppo rilassato. Come riferito dal Buddha Sakyamuni è necessaria una “via di mezzo“, cioè una giusta tensione, una buona determinazione e costanza. Questa è la pratica che conduce a conoscere il proprio vero sè, oltre l’ego, oltre il corpo e la mente.
Gassho

Massimiliano Farucci

  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •