• 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

365giornizen

“Afferrare la verità dello Zen non è fare della semplice ginnastica intellettuale. Si deve mangiare la propria carne e bere il proprio sangue.”
(Daisetsu Teitaro Suzuki, Vivere zen)

Lo Zen non è una disciplina semplice, per rilassarsi, per lasciar andare lo stress, come qualcuno vuole far credere. Lo Zen richiede fermezza, coraggio, assiduità, determinazione. Spesso, pone l’individuo nudo difronte a se stesso, alle proprie incertezze, alle proprie paure più profonde. Impone, almeno all’inizio, sofferenza fisica e psichica. Apre un abisso terribile nel proprio modo di vivere e di concepire l’esistenza. Rimette tutto in discussione. Tuttavia, chi riesce a superare queste difficoltà iniziali, si ritrova su una meravigliosa “Via di Consapevolezza” e di Pace. Questo è lo Zen. Leggi QUI per cominciare la pratica.
Gassho

Massimiliano Farucci

Questo articolo è stato scritto da Massimiliano Farucci. Di sé stesso dice, di essere semplicemente un "cercatore". Da anni, infatti, si dedica alla ricerca di vari percorsi di crescita personale ed interiore. Ha cominciato studiando da autodidatta le tecniche di "cambiamento personale" e la "psicologia". Quindi si è interessato alle filosofie orientali, tra cui il Buddismo. Ha intrapreso un percorso di pratica nella tradizione Zen. Non ha abbandonato tuttavia la sua passione per la psicologia e la crescita personale, lavorando oggi per scovare degli "interessanti punti comuni" tra la Scienza occidentale e la Saggezza orientale.
Massimiliano Farucci

  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •