Accetta di Perdere Quello Che Possiedi (365 Giorni ZEN)

2018-03-06T07:36:17+00:00Categories: #365GiorniZEN|Tags: , , , |

365giornizen

“Accetta di perdere quello che possiedi,
se vuoi conservarlo a lungo.”
(Dugpa Rimpoce)

Il possesso inteso come desiderio, attaccamento alle cose materiali (ma anche in relazione agli affetti), è uno dei principali limiti alla felicità. L’attaccamento è egoismo, è desiderio di possedere, è brama di accumulazione. E’ un sentimento unilaterale, che non riceve niente in cambio. L’esatto contrario sono l’Amore e l’interdipendenza. Noi siamo tutto il resto e tutto il resto è noi. […]

Il Saggio Non Accumula Possesso (365 Giorni ZEN)

2018-01-09T06:51:48+00:00Categories: #365GiorniZEN|Tags: , , |

365 giorni zen

“Più si da agli altri, più si è ricchi;
il saggio non accumula possesso.”
(Detto zen)

Centrare la propria esistenza sulla scoperta del vero sé, anzichè continuare ad accumulare cose materiali, di cui non si potrà mai godere, è una delle più grandi rivelazioni dello Zen. La Consapevolezza è il fondamento di una esistenza di felicità. Facciamone tesoro!

Comincia a meditare, scopri la gioia della pratica QUI.

Grazie Gassho

Dalla Possessività Nasce La Mancanza (365 Giorni ZEN)

2017-10-04T06:00:22+00:00Categories: #365GiorniZEN|Tags: , , , , |

365giornizen

“Dalla possessività nasce la mancanza, dal non-attaccamento, la soddisfazione.”
(Jack Kornfield)

Questa continua smania di possedere, cose, persone, beni è davvero effimera e senza alcun scopo. Tutto è impermanente, tutto cambia di continuo, nulla dura in eterno. Dunque cosa desideriamo di più accumulare, possedere o dare e ricevere Amore?
Inizia la pratica per “distaccarti” dal possesso materiale, leggi QUI.
Gassho

Possedere Molto Non Ti Renderà Per Forza Soddisfatto (365 Giorni ZEN)

2017-06-13T06:08:19+00:00Categories: #365GiorniZEN|Tags: , , , |

365giornizen

“Possedere molto non ti renderà per forza soddisfatto; possedere poco non ti renderà per forza desideroso.”
(Sheng Yen)

Il desiderio ed il possesso sono alcuni dei mali del nostro tempo. Intossicano la mente e non lasciano spazio alla sana riflessione. Fare spazio, sgomberare la mente dall’attaccamento e dai desideri smodati apre molte possibilità. Questa è la consapevolezza.
Gassho