Il Dramma Del Ruolo: Dove Sono Finiti I Nostri sogni?

2018-05-24T08:41:49+00:00Categories: #SemplicementeGuru|Tags: , , , , , |
  •  
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  

SemplicementeGuru

Noi viviamo tutta la nostra esistenza prigionieri di un ruolo.

Mai un istante, da quando abbiamo perso l’innocenza della nostra fanciullezza, siamo stati più noi stessi. Abbiamo sempre indossato una maschera. Forse mille maschere. Siamo stati figli, studenti, cittadini, lavoratori, genitori, medici, avvocati, operai, fruttivendoli, sempre intrappolati in un ruolo.

E dove siamo noi realmente?

L’essere umano contiene in sè una natura immensa, eppure noi lottiamo decenni per costruirci un “abito fittizio”, dietro il quale nasconderci.

Preferiamo costruire al di fuori di noi qualcosa di artificiale, che vale davvero poco in termini assoluti e dimentichiamo il nostro immenso valore interiore.  Preferiamo ostentare ruoli, che non fanno altro che ingrossare il nostro ego, senza fornirci alcun spessore supplementare.

Perchè succede questo?

Perchè sin da quando nasciamo veniamo messi su un binario. La società ci impone un clichè e noi dobbiamo adeguarci.

Cosa c’è invece di più importante se non essere ciò che siamo, nella nostra preziosa e meravigliosa unicità?

Il ruolo al contrario ci omologa, ci rende tutti uguali, ci trasforma in ciò che non siamo, ci allontana dalla nostra reale natura. Quando c’è distanza tra ciò che siamo ed il ruolo costruito ecco comparire stress, ansia, rabbia, depressione, violenza.

Dove sono finiti i nostri sogni?

I sogni sono il nostro “risveglio potenziale”. Il sogno DEVE diventare realtà, altrimenti resta solo una “speranza mai attuata”. Per dare reale sostanza ai nostri sogni, c’è bisogno di una “trasformazione“…non di una evoluzione, ma di una totale e radicale trasformazione, dove nulla resta più del nostro passato.

Questa è l’unico modo per liberarsi dal ruolo e vivere la nostra reale natura, in accordo con il proprio essere interiore.

#SemplicementeGuru: “Il Guru non ha nulla da insegnare. Non è più intelligente o più colto degli altri. Il Guru è completamente consapevole della sua totale ignoranza. E’ colui che si è “risvegliato” ed ha compreso che tutto quello che ha imparato nella sua intera esistenza è solo “conoscenza acquisita”, non è la realtà delle cose. Il Guru dunque è solo un “faro”, che dissipa il buio. Il Guru è il dito che indica la luna, non è la luna!”

 

Massimiliano Farucci

Massimiliano Farucci

Questo articolo è stato scritto da Massimiliano Farucci. Di sé stesso dice, di essere semplicemente un “cercatore“. Da anni, infatti, si dedica alla ricerca di vari percorsi di crescita personale ed interiore. Ha cominciato approcciando al coaching e studiando tecniche di “cambiamento personale“. E’ passato attraverso la psicologia, la mindfulness, la salute ed il benessere. Ben presto si è imbattuto nelle filosofie orientali, tra cui il Buddismo. Pur continuando ad approfondire le varie scuole e filosofie, ha cominciato un percorso di pratica nella tradizione Zen. Non ha abbandonato la psicologia e la crescita personale, lavorando oggi per scovare degli “interessanti punti comuni” tra la Scienza occidentale e la Saggezza orientale.
Massimiliano Farucci

  •  
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •