• 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

365giornizen

“Questa fu la mia scrupolosità: fui sempre consapevole nel camminare avanti e indietro, al punto ch’ero sempre colmo di compassione perfino per una goccia d’acqua, attento a non ferire alcuna delle minuscole creature annidate tra le fessure del terreno. Tale era la mia scrupolosità.”
(Gautama Buddha)

Essere consapevoli significa essere presenti, significa porre una attenzione, non giudicante, nei confronti del mondo che ci circonda. Dunque porre attenzione verso tutti gli esseri viventi, ma porre attenzione anche verso tutto ciò che accade, alle meraviglie della natura, del mondo quotidiano e di tutto l’universo. Questa pratica di attenzione e compassione conduce alla vera scoperta del .
Gassho

Massimiliano Farucci

Questo articolo è stato scritto da Massimiliano Farucci. Di sé stesso dice, di essere semplicemente un "cercatore". Da anni, infatti, si dedica alla ricerca di vari percorsi di crescita personale ed interiore. Ha cominciato studiando da autodidatta le tecniche di "cambiamento personale" e la "psicologia". Quindi si è interessato alle filosofie orientali, tra cui il Buddismo. Ha intrapreso un percorso di pratica nella tradizione Zen. Non ha abbandonato tuttavia la sua passione per la psicologia e la crescita personale, lavorando oggi per scovare degli "interessanti punti comuni" tra la Scienza occidentale e la Saggezza orientale.
Massimiliano Farucci

  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •