•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

365giornizen

“Alziamoci e siamo riconoscenti, perché se non abbiamo imparato molto oggi, almeno abbiamo imparato qualcosa, e se non abbiamo imparato qualcosa, almeno non ci siamo ammalati, e se ci siamo ammalati, almeno non siamo morti; quindi, siamo tutti riconoscenti.”
(Gautama Buddha)

La “gratitudine” è una diretta conseguenza del percorso di consapevolezza. Ovvero, essere presenti nel qui ed ora, nel momento presente senza giudicare. Osservare la vita per quello che è, senza aggiungere connotazioni “personali e mentali“. Dunque comincia a praticare (leggi QUI), per comprendere il vero senso della tua esistenza.
Gassho

Massimiliano Farucci

Massimiliano Farucci

Questo articolo è stato scritto da Massimiliano Farucci. Di sé stesso dice, di essere semplicemente un "cercatore". Da anni, infatti, si dedica alla ricerca di vari percorsi di crescita personale ed interiore. Ha cominciato studiando da autodidatta le tecniche di "cambiamento personale" e la "psicologia". Quindi si è interessato alle filosofie orientali, tra cui il Buddismo. Ha intrapreso un percorso di pratica nella tradizione Zen. Non ha abbandonato tuttavia la sua passione per la psicologia e la crescita personale, lavorando oggi per scovare degli "interessanti punti comuni" tra la Scienza occidentale e la Saggezza orientale.
Massimiliano Farucci

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •