Non Si Deve Pensare Al Prima E Al Dopo (365 Giorni ZEN)

2017-09-20T06:04:36+00:00Categories: #365GiorniZEN|Tags: , , , , , |
  •  
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  

365giornizen

“Non si deve pensare al prima e al dopo, all’avanti e all’indietro, ma solo alla libertà del punto di mezzo.”
(Taisen Deshimaru)

Essere costantemente bloccati nei ricordi del passato o in un futuro indefinito, è molto pericoloso. Significa non vivere mai la propria vita, che si svolge tutta nel momento presente. Chi pratica lo Zen raggiunge presto la convinzione, che il tempo è una “illusione“. Tutto il passato e tutto il futuro sono in realtà contenuti nell’istante presente. Chi raggiunge con la meditazione il proprio “centro” sa, che tutto è lì e non in un falso trascorrere del tempo. Dunque per vivere è necessario agire subito, qui ed ora.
Gassho

Massimiliano Farucci

Massimiliano Farucci

Questo articolo è stato scritto da Massimiliano Farucci. Di sé stesso dice, di essere semplicemente un “cercatore“. Da anni, infatti, si dedica alla ricerca di vari percorsi di crescita personale ed interiore. Ha cominciato approcciando al coaching e studiando tecniche di “cambiamento personale“. E’ passato attraverso la psicologia, la mindfulness, la salute ed il benessere. Ben presto si è imbattuto nelle filosofie orientali, tra cui il Buddismo. Pur continuando ad approfondire le varie scuole e filosofie, ha cominciato un percorso di pratica nella tradizione Zen. Non ha abbandonato la psicologia e la crescita personale, lavorando oggi per scovare degli “interessanti punti comuni” tra la Scienza occidentale e la Saggezza orientale.
Massimiliano Farucci

  •  
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •