• 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

365giornizen

“La Via non è difficile, solo non deve esserci desiderio né non desiderio.”
(Zhaozhou Congshen)

La pratica Zen, affrontata con serietà, convinzione, determinazione, conduce al lento abbandono dei desideri. Questo non significa “vegetare“, ma al contrario significa “osservare” ed “agire” in piena libertà. Senza più essere condizionati dall’esteriorità, dai “veleni” della mente, dai falsi sentimenti e dalle false emozioni. Questa è il senso della pratica Zen, una profonda, reale libertà.
Gassho

Massimiliano Farucci

Questo articolo è stato scritto da Massimiliano Farucci. Di sé stesso dice, di essere semplicemente un "cercatore". Da anni, infatti, si dedica alla ricerca di vari percorsi di crescita personale ed interiore. Ha cominciato studiando da autodidatta le tecniche di "cambiamento personale" e la "psicologia". Quindi si è interessato alle filosofie orientali, tra cui il Buddismo. Ha intrapreso un percorso di pratica nella tradizione Zen. Non ha abbandonato tuttavia la sua passione per la psicologia e la crescita personale, lavorando oggi per scovare degli "interessanti punti comuni" tra la Scienza occidentale e la Saggezza orientale.
Massimiliano Farucci

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •