•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

365giornizen

“Lo Zen non è per tutti, esige la disponibilità ad affrontare qualcosa che non è facile. Ma se ci impegniamo con pazienza e perseveranza, sotto la guida di un buon insegnante, a poco a poco la nostra vita si sistema, si equilibra. Le emozioni perdono il loro potere tirannico.”
(Charlotte Joko Beck, Zen quotidiano)

Viviamo in una società superficiale. Che non approfondisce. Si vive in un eterno presente, ma senza consapevolezza. Il momento presente, l’istante, diventano solo una continua “distrazione“; non rappresentano mai una presenza attenta e non giudicante, come dovrebbe essere. Questa è la differenza tra una vita sprecata nell’inutilità dell’istante e una vita Zen, piena di significato in ogni momento.
Gassho

Massimiliano Farucci

Questo articolo è stato scritto da Massimiliano Farucci. Di sé stesso dice, di essere semplicemente un "cercatore". Da anni, infatti, si dedica alla ricerca di vari percorsi di crescita personale ed interiore. Ha cominciato studiando da autodidatta le tecniche di "cambiamento personale" e la "psicologia". Quindi si è interessato alle filosofie orientali, tra cui il Buddismo. Ha intrapreso un percorso di pratica nella tradizione Zen. Non ha abbandonato tuttavia la sua passione per la psicologia e la crescita personale, lavorando oggi per scovare degli "interessanti punti comuni" tra la Scienza occidentale e la Saggezza orientale.
Massimiliano Farucci

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •