•  
  • 18
  •  
  •  
  •  
  •  

meditazione

Sai cos’è la meditazione? Forse pensi sia una noiosa inattività, durante la quale devi riflettere sul “sesso degli angeli”?

In realtà la meditazione è solo un modo per smettere di vivere con l’autopilota e per riprendere le redini della nostra esistenza.

 

Sin da quando siamo nati, la nostra vita è stata “pilotata”. Dalla famiglia, dalla scuola, dal lavoro, dalla società, dalle istituzioni, dalle convenzioni. Anche la persona che si considera assolutamente “libera”, in realtà probabilmente non è sfuggita alle “velate imposizioni”, del condizionamento mentale della nostra società.

D’altra parte la società in cui viviamo, è un nostro prodotto. E’ un prodotto degli esseri umani. Viviamo in una società che ci dice come dobbiamo vivere, che ci impone regole e condizionamenti. Ma noi abbiamo voluto che la società si sviluppasse in questo modo, nessuno si è ribellato a questa “gabbia dorata”, che abbiamo creato.

E’ una società “rumorosa”, pervasa da una spesso inutile sovrabbondanza di informazione, che non riesce ad essere elaborata dalla nostra mente. E’ una società fondata sulla distrazione e sulla superficialità. Sui giudizi senza alcuna riflessione. Perchè non c’è più il tempo di fermarsi a riflettere. Non c’è più silenzio (ne parliamo qui: Assapora il Silenzio).

E’ una società  competitiva, esasperante, fondata sull’apparire, anzichè sull’Essere, dove sei costretto costantemente a “fare”.

E’ una società che continuamente ci crea una sorta di nebbia mentale, di cortocircuito mediatico, che ci induce a non pensare con la nostra testa, ma a “desiderare” costantemente.

La nostra è una società fondata sul “fare & desiderare”.

La “società del fare” è la nostra più grave condanna.

Ma questo fare è solo un mezzo per esaudire la nostra smania di ottenere. Più otteniamo, più desideriamo. Viviamo in un circolo “vizioso e frustrante”.

Desiderare, non è altro che un modo sbagliato per tentare di riempire il “vuoto” della nostra esistenza. Non ci appaga, mai. Il consumismo non è altro che un “desiderio costante e malato” di cosa? di nulla!

Dunque qui entra in ballo la meditazione.

Spesso si dice che la meditazione sia un ottimo antistress. Certo, sicuramente questa affermazione è vera. Infatti Meditazione e Mindfulness (ne parliamo qui: LA MINDFULNESS CONTRO LO STRESS LAVORO-CORRELATO), vengono oggi utilizzate anche in psicoterapia, nella terapia cognitivo-comportamentale per i casi di stress, ansia e depressione. Questo non fa altro che fornire un ottima conferma scientifica a questa pratica.

Ma il vero significato della meditazione è molto più profondo.

Se c’è tanto stress, ansia e depressione nella nostra società è perchè noi abbiamo scelto di vivere in una società che ci fa “vivere male”.

Dunque la meditazione non può essere considerata solo una cura per poter continuare a vivere in questa società malata.

La Meditazione è la “Via per uscire dall’ignoranza“. La meditazione è la Via per comprendere che un’ altro modo di vivere può esserci.

La meditazione è la Via per comprendere che la nostra sofferenza, è causata dal “desiderare” costantemente.

Desiderare il successo, la stabilità, il potere, la ricchezza.

Ma questi desideri sono solo una illusione, perchè la natura umana e di tutti gli esseri viventi è impermanente. Nulla resta uguale a se stesso. Tutto è destinato a mutare, a finire.

Desiderare significa vivere per sempre frustrati, perchè niente potrà mai colmare quel vuoto interiore, che viviamo costantemente e del quale non riusciamo a prendere Consapevolezza (ne parliamo qui: Ti sei mai chiesto qual’è lo scopo della tua vita?).

Niente potrà fornire una soddisfazione che dura nel tempo. Tutto è destinato a mutare. Non ci sono certezze, ne stabilità, che possano durare per sempre.

Dunque la meditazione serve a “Risvegliarci”, non a curarci temporaneamente.

Sedere in meditazione crea una “Chiarezza mentale”, che si scoprirà di non aver mai avuto prima. La pratica meditativa consente di “far cadere il corpo e la mente”, consentendoci di percepire” le cose così come sono, nella loro essenza”.

Più si medita, più si comprende, più si fa chiarezza in se stessi, più si dilata lo spazio interiore.

Ma questo spazio non è più “vuoto”, bensì è spazio pronto a ricevere. Pronto a ricevere una Conoscenza più profonda, Universale.

Questa è la meditazione.

Se vuoi approfondire la tua conoscenza della meditazione zazen e come praticarla clicca QUI.

 

Cosa ne pensi della meditazione? Raccontami la tua esperienza di pratica, giù nei commenti.

Massimiliano Farucci

Massimiliano Farucci

Questo articolo è stato scritto da Massimiliano Farucci. Di sé stesso dice, di essere semplicemente un "cercatore". Da anni, infatti, si dedica alla ricerca di vari percorsi di crescita personale ed interiore. Ha cominciato studiando da autodidatta le tecniche di "cambiamento personale" e la "psicologia". Quindi si è interessato alle filosofie orientali, tra cui il Buddismo. Ha intrapreso un percorso di pratica nella tradizione Zen. Non ha abbandonato tuttavia la sua passione per la psicologia e la crescita personale, lavorando oggi per scovare degli "interessanti punti comuni" tra la Scienza occidentale e la Saggezza orientale.
Massimiliano Farucci

Latest posts by Massimiliano Farucci (see all)


  •  
  • 18
  •  
  •  
  •  
  •