•  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  

destino

Le filosofie orientali tendono ad avere un visione differente rispetto all’occidente, nei confronti della vita e del concetto di destino.
Tendenzialmente considerano l’uomo come una entità che, deve assecondare il fluire dell’esistenza, più che intervenire per modificarlo.
Il destino quindi è in linea di massima predeterminato. Questo però non significa che bisogna restare in balia degli eventi ed inerti nei confronti della vita.
L’Occidente invece propone valori di intervento costante sulla propria esistenza, che determinano il proprio destino. L’uomo come unico artefice del proprio futuro.

Dal mio punto di vista credo si debba fare una sintesi tra i concetti orientali e quelli occidentali.

Sono assolutamente convinto che il vero unico artefice della propria esistenza sia l’essere umano. Sono assolutamente convinto che il “libero arbitrio” sia il fondamento della vita e del proprio destino.

Ma sono altresì convinto che bisogna considerare nelle proprie scelte un “Equilibrio”. Questo può essere interpretato in vari modi: come un equilibrio interiore, come equilibrio della natura, come equilibrio delle cose, chiamatelo come volete.

Quindi anche se il nostro destino non è predeterminato, tuttavia credo che una direzione sia data e sta alla persona riuscire a perseguire questa Via.

Assecondare questo Equilibrio dunque, per me, è fondamentale per indirizzare le proprie giuste scelte.

Quante volte ti è capitato nella tua vita di di fare una scelta, sentendo di aver subito una influenza esterna di qualche tipo? Di aver subito una forzatura?

In questi casi hai percepito che questa scelta non era naturale, mancava di equilibrio?

Quando hai seguito questa strada ti sei reso conto che ti ha portato lontano da ciò che sentivi realmente in equilibrio per te? Che ti ha portato lontano da ciò che realmente volevi?

Allora io credo che periodicamente bisogna fermarsi e capire se si è sulla Via principale per il proprio Equilibrio o si sta seguendo un sentiero secondario. Quest’ultimo è un percorso errato o che comunque non conduce dove la propria esistenza realmente vuole andare.

Personalmente seguo una filosofia che recita più o meno così:

“L’Oriente mi insegna che devo seguire un Equilibrio per dare un senso alla mia esistenza, ma l’Occidente mi suggerisce che, essendo io comunque libero di decidere come impostare il mio futuro ed il mio destino, devo impegnarmi strenuamente per tenermi il più possibile su questa retta Via.”

SempliceMenteZen: una storia

Nelle mani del destino

Un grande guerriero giapponese che si chiamava Nobunaga decise di attaccare il nemico sebbene il suo esercito fosse numericamente soltanto un decimo di quello avversario. Lui sapeva che avrebbe vinto, ma i suoi soldati erano dubbiosi.

Durante la marcia si fermò a un tempio shintoista e disse ai suoi uomini: «Dopo aver visitato il tempio butterò una moneta. Se viene testa vinceremo, se viene croce perderemo. Siamo nelle mani del destino».

Nobunaga entrò nel tempio e pregò in silenzio. Uscì e gettò una moneta. Venne testa. I suoi soldati erano così impazienti di battersi che vinsero la battaglia senza difficoltà.

«Nessuno può cambiare il destino» disse a Nobunaga il suo aiutante dopo la battaglia.

«No davvero» disse Nobunaga, mostrandogli una moneta che aveva testa su tutt’e due le facce.

Tu cosa ne pensi del concetto di destino? Credi sia predeterminato? Dimmelo giù nei commenti

Massimiliano Farucci

Massimiliano Farucci

Questo articolo è stato scritto da Massimiliano Farucci. Di sé stesso dice, di essere semplicemente un "cercatore". Da anni, infatti, si dedica alla ricerca di vari percorsi di crescita personale ed interiore. Ha cominciato studiando da autodidatta le tecniche di "cambiamento personale" e la "psicologia". Quindi si è interessato alle filosofie orientali, tra cui il Buddismo. Ha intrapreso un percorso di pratica nella tradizione Zen. Non ha abbandonato tuttavia la sua passione per la psicologia e la crescita personale, lavorando oggi per scovare degli "interessanti punti comuni" tra la Scienza occidentale e la Saggezza orientale.
Massimiliano Farucci

Latest posts by Massimiliano Farucci (see all)


  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •