•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Thè Bancha

Contrastare l’invecchiamento con il cibo, sta diventando sempre più un “Must”… salutare (per fortuna!). Ed allora contro lo “stress ossidativo”, ma in realtà, anche perchè è davvero molto buono, vi consiglio il “Thè Bancha”.

Ammetto di essere un grande appassionato di cultura e filosofie orientali, di “Japan Style” e perchè no amo tantissimo Londra, quindi come posso non essere appassionato di Thè?

Tra le innumerevoli qualità di Thè, amo molto quelli Giapponesi. Il più famoso ovviamente qual’è? Il Thé Matcha!

Ma siccome ne parlano tutti, per oggi evitiamo e non ne parleremo 😉

Voglio invece parlarvi di qualcosa, che in realtà in Giappone è molto diffuso, essendo il loro Thè comune, da bere tutti i giorni, ma che in Italia invece è poco conosciuto: il Thè Bancha.

 

 

Il Thè è la tipica bevanda da Meditazione; quindi oltre che aiutare il corpo con le sue grandi proprietà benefiche, stimola la voglia di “rallentare” per svolgere “la pratica”, che apporta “Grandi Benefici” sia allo Spirito che alla Mente.

 

PERCHE’ SCEGLIERLO?

In realtà questo Thè, mi ha stupito subito perchè è davvero ottimo! ha un odore di tostato, quasi di nocciola quindi davvero molto, molto gradevole.

E’ possibile reperirlo presso le Erboristerie, nei negozi BIO e di prodotti naturali.

Ne esistono due varietà, uno che deriva dalle foglie l’Hojicha (che è quello che utilizzo io) ed uno che utilizza i rametti ed è il Kukicha.

E’ un Thè verde dalle grandissime proprietà e può essere assunto praticamente in qualsiasi momento della giornata, poichè risulta essere quasi privo di teina.

PROPRIETA’

Viene molto utilizzato in cucina Macrobiotica, perchè presenta grandi benefici:

  1. Aiuta l’organismo a rafforzarsi;
  2. Favorisce la digestione;
  3. Fornisce un’azione “alcalinizzante” per il sangue; quindi contrasta gli effetti negativi di una dieta “acidificante”, come quella basata sulle carni e i suoi derivati;
  4. Contiene proprietà antiossidanti ed antinvecchiamento;
  5. Ha proprietà ipoglicemizzanti;
  6. E’ un’ottima fonte di Ferro, Calcio e Vitamina A.

COME PREPARARLO

Si trova sia nelle classiche bustine, ma meglio prendere le foglie sfuse.

Per prepararlo è sufficiente versare dell’acqua portata quasi a bollore, direttamente sulle foglie inserite in un infusore a pinza da thè, posto all’interno di una tazza.

Lasciare in infusione tra i 3 ed 6 minuti, a secondo di quanto lo si preferisce carico.

Un’ottima ricetta per contrastare il raffreddore tipico di questi periodi, ma anche semplicemente per gustare qualcosa di davvero buono è unire all’infuso di Thè Bancha, un pezzetto di zenzero fresco e mezza stecca di Cannella essiccata.
Davvero strepitoso, da provare!

LIBRO CONSIGLIATO SUL THE’

“Libro del tè” di Okakura Kakuzo

Cosa ne pensi di questo Thè? Pensi di provarlo? Fammi sapere il tuo parere giù nei commenti!

Massimiliano Farucci

Massimiliano Farucci

Questo articolo è stato scritto da Massimiliano Farucci. Di sé stesso dice, di essere semplicemente un "cercatore". Da anni, infatti, si dedica alla ricerca di vari percorsi di crescita personale ed interiore. Ha cominciato studiando da autodidatta le tecniche di "cambiamento personale" e la "psicologia". Quindi si è interessato alle filosofie orientali, tra cui il Buddismo. Ha intrapreso un percorso di pratica nella tradizione Zen. Non ha abbandonato tuttavia la sua passione per la psicologia e la crescita personale, lavorando oggi per scovare degli "interessanti punti comuni" tra la Scienza occidentale e la Saggezza orientale.
Massimiliano Farucci

Latest posts by Massimiliano Farucci (see all)


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •